'/>

domenica 2 febbraio 2014

Il GTD (Getting Things Done) alla triestina

Nella nuova edizione del primissimo Monon Behavior ampliata riveduta e corretta grappa, c'è anche lo studio sul Getting Things Done alla triestina, di cui trovate un estratto tradotto par talian qua di sotto.
Monon Behavior lo trovate in libreria a Trieste e Bisiacaria, nonché comodamente online a questo link o anche in versione ebook.

SPRITZ: IL GETTING THINGS DONE ALLA TRIESTINA

Ciò, son cussì ulmo de robe che no so gnanca de dove incominciar”.
Tutti, prima o poi, ci saremo trovati in questa situazione. David Allen, manager consultant americano, ha fornito la soluzione al problema con un metodo chiamato Getting things done, GTD per gli amici. Il metodo parte dal presupposto che le persone abbiano la necessità di liberare la mente dall'ansia di dover ricordare tutte le cose che devono ancora fare.
Ecco lo schema elaborato.



Il Monon Behavior Research Department, dopo attenti studi e analisi, ha ritenuto di dover correggere questo metodo per poterlo applicare alla popolazione triestina, che già potrebbe aver difficoltà a trovare la voia di leggere tutto lo schema di prima.
Ecco dunque il GTD alla triestina, che chiameremo SPRITZ.

SPRITZ
Saria Premura Risolver Imediatamente Tante Zizagne

1. “go una marea de robe de far, speta che le scrivo su un foieto, se no me le dimentico”
2. “otimo, desso le xe scrite, posso smemorizarle del zervel”
3. SMEMORIZARLE
4. “dove cachio go messo el foieto???????”
5. “e bon ah. buta un spritz.”


Ovviamente la parte fondamentale è la 3.
P.S. Grazie a Marco Pilia che ci ha fatto scoprire questo famigerato GTD.


Nessun commento:

Posta un commento

Disi la tua, ale!