'/>

venerdì 27 marzo 2020

The real origin of Coronavirus

Niente, in tuta sta scienza aplicada al coronavirus, no podeva mancar el studio del Monon Behavior Research Department sula vera origine del coronavirus. Per evitar pupoli e gomblotismi vari (no dovessi servir, ma no se sa mai), disemo subito che XE UNA MONADA, XE UN VIZ, NO XE VERO, XE PER RIDER, NO GA BASI SCIENTIFICHE, NO XE STADO PUBLICADO SU LEONARDO SU RAITRE :P


THE REAL ORIGINS OF CORONAVIRUS
Diego Manna
Monon Behavior Research Department

Abstract
We live in a period of great longhi, in which a lot of people is obligated to stay at home fancazzing. For a great number of triestins this is a dream that is just avveranding, but however comunq some syntoms of malcontent are coming out and a lot of people is searching the origins of coronavirus to give them sazie lignade. We investigate all this great scagazz in order to give an answer to this question.

Key words: Leonardo, Caro Cogoi, furlans, Conte, frico

Introduction
We live in time of quarantene causated by the worldwide scagott for coronavirus (Conte, 2020). The first days were not so bad, spaving a lot, gratanding the balotoles and watching pornhub that was a gratis (Burlasconi, 2020). However, now, at the third week of reclusion, people begin to diventar cofe of staying home, inventing a lot of unuseful activities just to make something, like alenanding his dog to ciapar the coronavirus (Fig. 1).

Fig. 1. A dog that have ciapated a fake coronavirus
Also, people begin to search for the real origins of the coronavirus, reading a lot of sazie monade and bufales on the internet and cascanding to them as peragnocks (Salveenee, 2020).
The aim of this study is to give the final answer to preocupated people in order to:
1. understand who must be inbiavated;
2. understand when the quarantene will finish.

Material and method
To obtain our data, we decided to monitorate the situation in the streets of the desert city of Triest. However, even if we were in possess of the autocertificazion version 14 written on the carta de cul to give it more valor, a lot of people from the windows send us to remengo ziganding "stè casa", fotografanding us and metending us on the faceboog group "Diventa anche ti un scerifo de facebook", so we ciapated a vagonade of damer that even our golden reserve of carta de cul did not bastar (Iaspi, 2020) (Fig. 2).

Fig. 2. Facebook's sceriffs in action.

So, we decided to use the sbisiganding and cucanding on the social method, also known as making the cazzs of the other method, obviously focusing our attention on Triest because other cities we don't have pel cool and who key himself - chi se ciava.

Results
As a first result, we found that people reacted in different ways to the quarantene.
At the iniz, people simply decided to not gaver too much pel cool and just wash their hands, eat more radic' and less looganighes (also because there are less looganighes than days), condir all the magnar with the kren and missiate all the bever with a bic' of brinjavec.
Then, with the increment of the CCSC (Caro Cogoi Semo Cagai) index, triestins became everyday more cagated and stufadizs. So they began to write more to Segnalazioni, to make longer tours with the dogs and to activament zercar more cantiers where they could scassate the marons to the workers. Then, when they noticed that there were everyday less workers in the cantiers and that the dogs of Triest were always all sad because the bar were closed (Lutazzi, 1957), they began to invent new occupations at home.
At first these occupations were innoque things like remenghing each other on facebook groups, making flashmobs from the windows like singing all together "La scoresa", or sbisighing with pornhub premium a gratis domandanding themselves what is the difference with normal pornhub: maybe the babes have bigger tetons.
Then, these occupations became everyday things very similar to new type of jobs, like social influencer in potato-strucker (strucapatate-pigiamone), oste of the osmizainpergolo (Fig. 3), first magazinier specialized in gestion of the carta de cool, contadin piantanding matavilz, youtuber ginnast with the panza and even artigian making fantasious quarantene temathic lavorets (Fig. 4).


Fig. 3. The osmiza in pergolo of Beatrice


Fig. 4. The artistic lavorets of the triestins ispired by the quarantene
Adiritur, some triestins are now saying that they want to get back to their normal work as soon as possible (promising that this time they will work per bon).
In pratic, with the increment of the CGSC index and the passar of the quarantene, the triestins loose their innate scazzo attitude and have a great impenade of the FRIUL (Furlan Ricercante Insaziabilmente Un Lavor) rate, that at great valors lead to a psycological disturb also known as FURLANITE (Codroipo, 1998).

We found a second important result in our microscopic analysis of the coronavirus. Nobody noticed it before, but the coronavirus is praticament identic to a frico (Fig. 5).

Fig. 5. The coronavirus (left) vs frico (right).

Discussion
Somanding all our results and fazending 2+2, it seems clear that the coronavirus is a evil furlan creation, invented to increase the FRIUL rate of the triestins until they will be all ciapated by the FURLANITE and will begin to work as a furlan.
Probably something went wrong in the laboratory where the furlans were sbisiganding with this coronavirus, and someone sconfonded it with a frico, magnated it and diffused it in all the world.
The situation seems to be very longhi, as can be seen in this highly professional graphic.

If the Caro Cogoi Semo Cagai index continue increasing at the normal ritm, we will reach the FURLANITE on 13/4, pasqueta. 
It seems very important instead to sbassar the ritm of the CCSC index in order to sbassar also the curve of the FRIUL rate and normalizate the triestin scazz at a VDFSI (Voia De Far Saltime Indosso) level.

Conclusion
The coronavirus is clearly a furlan experiment gone to remengo from a laboratory in Friul. Now it is very important to stay calm and to regulate the Caro Cogoi Semo Cagai index in order to evitar of being ciapated by bad acute FURLANITE.
Triestins: just stay home and don't make a clinz.
And about the revenge on furlans... just think that also them must stay at home without working, one of the worst torture for a furlan.

References
Burlasconi S. 2020. Remengo Gheddafi, viva la Gafi. Better a durex than a dura lex ediction.
Codroipo D. 1998. Alore, vonde monadis.
Conte G. 2020. 50 sfumature di decreto.
Iaspi G. 2020. Runner de damer. The manual of the lofio from the window.
Lutazzi L. 1957. Solo davanti a un fiasco de vin quel fiol de un can fa le feste. Can de Trieste records.
Salveenee M. 2020. Papete cocktails menù: the Leonardo (mojito and corona beer). Food ricetts for influencer 49: 4-9

Furlan advisory: se scherza, ve volemo ben :)

 P.S. (parte seria): vista l’importanza di restare nelle proprie case e vista la concomitante chiusura delle scuole, abbiamo deciso di attivare, per chi lo volesse, la consegna a domicilio del gioco BARKOLANA, completo di espansione MATI PER BARKOLANA, al prezzo “d’emergenza” di 10 euro (il prezzo normale dei due giochi è di 30 euro), pagamento in contrassegno. Chi fosse interessato a riceverlo a domicilio scriva una mail a manna@bora.la indicando l’indirizzo di consegna. Consegneremo tendenzialmente la mattina dopo. L’offerta è valida solo all’interno del Comune di Trieste. Attiva anche la consegna a domicilio di tutti gli altri libri. Trovate l'elenco completo qua.


E per restar agiornado cole monade, iscrivite ala monadesletter:


mercoledì 25 marzo 2020

25 marzo: San Mona, patrono dei disoccupati

Forse non tutti sanno che il 25 marzo c'è San Mona, patrono dei disoccupati.
Grandi festeggiamenti a Trieste, patria del fancazzismo inoperoso.
San Mona fu vescovo di Milano all’inizio del III secolo e morì, appunto, il 25 marzo del 250 o 251. Viene ricordato sia dal calendario Martyrologium Romanum, sia in quello liturgico ambrosiano il 12 ottobre, anniversario del riconoscimento delle reliquie conservate dal 1576 nel duomo di Milano.
Veniva anche ricordato molto spesso da Germano Mosconi. Che sia dunque il Santo "quel mona che bate la porta e chiude urlando"?

Pupolo di Erika Ronchin, dedicato a San Giusto ma che sta ben con tuto :)



E per restar agiornado cole monade, iscrivite ala monadesletter:


martedì 24 marzo 2020

Il toast casca dalla parte del burro, lo dimostra la scienza

Niente, volevimo meter anche noi un titolo che finissi con "lo dimostra la scienza".



Comunque, in questo importantissimo studio


el mulon RAJ Matthews dimostra che efetivamente xe vero che el toast casca con più probabilità dala parte del buro.
Tuto questo per darve importanti spunti per esperimenti altamente scientifici in sti giorni de quarantena obligatoria.
No so, tipo valutar con che maiete se forma la lana intel bunigolo e calcolar se a fine clausura riveremo farse un maionzin.



E per restar agiornado cole monade, iscrivite ala monadesletter:


sabato 21 marzo 2020

Vita in casa: i dieci nuovi lavori

Niente, mentre la reclusione casalinga imperversa in tutta Italia, ecco che fioccano i primi mestieri alternativi. Ecco la lista:



1. Influencer in pigiama e zavate.
2. Sceriffo anti-runner dalla finestra.
3. Autobiografo su facebook. Titolo originale mai sentido prima: "Le mie prigioni".
4. Oste dell'osmiza in pergolo.
5. Primo magazziniere specializzato in gestione della carta de cul.
6. Neuroingegnere biosinaptico creatore di cani replicanti indistinguibili dagli originali dotati di intelligenza artificiale talmente sopraffina da accorgersi da soli che no i ga bisogno de pissar e che quindi el neuroingegnere biosinaptico xe mona.
7. Youtuber ginnasta cola panza specializzato in sollevamento calici.
8. Organizzatore del fantacalcio alternativo basato sulle proprie partite a Fifa 20.
9. Biscazziere gran trapoler del giro di scommesse illegali sul fantacalcio alternativo del punto 8 con relativa corruzione dell'organizzatore per due rodoli extra de carta de cul morbida.
10. Scritor de cazade sui blog.

11. Extra reclàm progresso: lettore del divertentissimo libro "Le disgrazie del tran de Opcina" che podè cior comodamente online a questo link :)

E per restar agiornado cole monade, iscrivite ala monadesletter:


venerdì 13 marzo 2020

Coronavirus e triestini: la vita in casa

Eh bon, eco la seconda puntata dela vita del triestin a casa ai tempi del coronavirus:



7:00 Sona la sveia. Ma tanto per sto coronavirus lavoro in smart working e ghe la cazzo al capo spostando indrio l’ora sul computer cussì posso ciaparme un’altra oreta.
8:00 Ri-sona la sveia. Bon femo che me ciapo do orete.
9:00 Ri-ri-sona la sveia: bon ah femo colazion. Cafetin, seduta de facebook in condoto e dopo me pronto per lavorar. Ah ma tanto son in smart working: son za pronto in pigiama. Bon doman me ciapo un’altra oreta de spavada.
10:00 El can Fufi frizi per andar zo. Ma vara ti me toca lavarme e vestirme per portar el can. Con l’autocertificazion me racomando.
11:00 Son zo col can Fufi. Xe pien de cani che no gavemo mai visto. Sti cani no xe de qua, Fufi ghe rugna. Bravo Fufi, zighighe che i staghi casa!
12:00 Sbisigo su facebook. Su “Te son de Trieste se” i ga messo una foto de gente in strada e tuti li insulta. Me unisso e li insulto anca mi: ciò ma no i pol star casa?
13:00 Desso me son corto che nela foto su cui stago fazendo pupoli ghe son anca mi che porto zo Fufi. Me stago insultando solo ciò. Eh bon ah. Bon comunque i altri podeva sicuro star casa.
14:00 Pranzo. Me fazo portar casa el magnar de un dei locali che ga de restar seradi, cussì almeno un poco i lavora, me par giusto.
15:00 Sbisigo su facebook. Su NIMDVM xe la foto de un in giro in bici e tuti lo insulta. Lo insulto anca mi: ciò ma no el pol star casa?
16:00 Desso me son corto che quel nela foto che stago insultando xe el coriere che me ga portà el pranzo. Eh bon ah. Bon comunque i altri podeva sicuro star casa.
17:00 Azz xe tardi. Salvo un per de documenti in word futizando i orari e ghe giro la mail al capo mostrandoghe che go lavorado tuto el giorno.
18:00 Flashmob sonoro. Verzo la finestra e intono "La scoresa la scoresa", perchè come ben savemo chi che mola la scoresa el se libera de un mal.
19:00 Me fazo una partida in famiglia a BARKOLANA, che me son fato consegnar a domicilio in oferta scrivendoghe a manna@bora.la (momento reclàm, vedi soto).
20:00 Me ciama el capo incazà. Lavorando de furia go invertì le robe: go messo le robe de lavor su Te son de Trieste se e ghe go mandado a lui i insulti.
21:00 Zeno. Me fazo portar casa el magnar de un dei locali che ga de restar seradi, cussì almeno un poco i lavora, me par giusto. Xe el stesso corier de prima. Speto che el vadi via, lo fotografo dela finestra e meto la foto su facebook, cussì lo insultemo un poco e ne passa el tempo.
22:00 Go visto che xe pornhub che per via del coronavirus regala agratis l’abonamento premium. Me abono, curioso de saver cossa che ga in più el premium: le ga le tete più grandi?


 P.S. (parte seria): vista l’importanza di restare nelle proprie case e vista la concomitante chiusura delle scuole, abbiamo deciso di attivare, per chi lo volesse, la consegna a domicilio del gioco BARKOLANA, completo di espansione MATI PER BARKOLANA, al prezzo “d’emergenza” di 10 euro (il prezzo normale dei due giochi è di 30 euro), pagamento in contrassegno. Chi fosse interessato a riceverlo a domicilio scriva una mail a manna@bora.la indicando l’indirizzo di consegna. Consegneremo tendenzialmente la mattina dopo. L’offerta è valida solo all’interno del Comune di Trieste.


E per restar agiornado cole monade, iscrivite ala monadesletter:


martedì 10 marzo 2020

Coronavirus: la giornata del triestino in zona rossa

Dopo il decreto per cui tutta Italia diventa zona rossa, non resta che analizzare quale sarà la giornata tipo del triestino medio fino al 3 aprile. Raccomandiamo comunque di seguire i dieci consigli sul coronavirus per no andar a sburtar radicio.

7:00 Sona la sveia. Sì ma tanto nosepol andar fora de casa. Quindi sveiarse nogascopo.
8:00 Bon però podessi far colazion. Anzi vado zo in bareto cussì legio el Picolo a scroco. Ma prima me lavo le man come da disposizioni governative.
9:00 Me ga fermado i tubi prima de entrar in bareto. Per fortuna go l'autocertificazion del dotor che son cafeina-dipendente propio de sto bar qua.
10:00 Go leto el Picolo ma su Segnalazioni no iera gnente de tale. Ghe domando una pena al barista che cussì scrivo mi una bela. Ma i tubi me disi che per cior la pena me son avicinado a meno de un metro del barista. Per fortuna go l'autocertificazion per scriver monade.
11:00 Torno casa. I tubi me disi cossa che fazo in giro. Per fortuna go l'autocertificazion de residenza e quindi i me lassa tornar casa.
12:00 El can ga de pissar. Lo porto zo. I tubi me ferma. Per fortuna go l'autocertificazion per far pissar el can. I tubi però me disi che el can no sta ativamente pissando. Lo struco e per fortuna vien fora un poca de pipì.
13:00 Ciapo la coriera per romperghe le balotole ai fioi che vien fora de scola coi zaini che intriga. No xe nissun, i ga serado le scole. I tubi vol multarme, ma per fortuna go l'autocertificazion del dotor che disi che go bisogno de mandar a remengo quotidianamente la muleria, se no me ciapa mal. E infati comincio a star mal.
14:00 Vado verso l'ospedal visto che stago mal. Ma i me disi cossa che me insogno de far casin in pronto socorso, desso la priorità xe quei col coronavirus. Li mando remengo. Eco, stago za meo. I tubi me domanda se son mona. Ghe mostro l'autocertificazion che son mona e i me lassa andar.
15:00 Vado in libreria a cior "Le digrazie del tran de Opcina", che xe propio un bel libro. Eh sì, momento reclàm. Ghe mostro ai tubi l'autocertificazion che posso far reclàm.
16:00 Vado veder el cantier novo de via Trento. I tubi insinua che no son un dei operai e quindi no posso star qua. Ghe mostro l'autocertificazion de vecio rompibale da cantier, i operai conferma.
17:00 Vado in bareto, prima che i seri. I tubi me domanda cossa fazo qua. Zerco l'autocertificazion de petesson, ma la go lassada casa. Ciapo la multa.
18:00 Son casa. Davanti a un bel otavo de rosso penso che ala fine Pilat gaveva za previsto tuto:

Casa mia, casa mia 
te son tuta un'osteria 
ogni stanza un betolin 
se respira odor de vin.

19:00 Zeno e penso che doman ala fine forsi xe meo se scolto el sior Conte e stago diretamente casa. Tanto un bel libro de leger lo go.


E per restar agiornado cole monade, iscrivite ala monadesletter:


lunedì 2 marzo 2020

Coronavirus, i dieci comenti boni per ogni ocasion

Coronavirus:
gnente, sicome gira sai disinformazion e tuti invece ga sai voia de esser informai per via che altrimenti dopo no i gavessi più argomenti per ciacolar coi altri in betola (ricordeve de bever sempre un fià de brinjevec sia co rivè che co andè via), dopo gaver fato un otimo servizio ala coletività coi 10 consigli sul coronavirus, ogi ve demo sti diese punti cardine da usar in un qualsiasi giorno in una qualsiasi discussion in che qualsiasi ordine che volè:


  1. Stamatina iera un caso in più a Udine rispeto a Trieste. Sempre avanti i vol esser i furlani.
  2. Due casi novi a Gorizia anche ogi. Finalmente i ga qualche novità de contar anca a Gorizia dei.
  3. Dei casi a Pordenon nissun sa gnente. Solito, no se capissi se considerarli Veneto o Friuli Venezia Giulia.
  4. Ciò mi digo che co i ga fato l'incontro con tuti i sindaci dela regione sicuro a qualchidun ghe ga ciapado qualcossa, mal che vadi el squaraus.
  5. Sto dopopranzo un altro caso novo in Region, go pena leto su Trieste Cafè. Anzi speta che agiorno... ecolo, altro articolo, semo a più uno e mezo. Se agiorno de novo xe un altro articolo che riva a più due.
  6. El Covid19 no passa per i animali, quel xe el Codind 19.
  7. Le scole xe serade e i veci podessi finalmente andar in coriera senza gaver tra le bale i fioi col zaino che intriga. Ma i ga paura del virus e i sta perdendo l'ocasion dela vita. Co tornerà la normalità e le coriere sarà de novo piene de zaineti, i se lamenterà disendo che "Ghe volessi un poco de coronavirus".
  8. Go sentido che el virus no se lo pol passar cole scorese. Alora stago metendo su un mercato nero de mascherine fate cole mie mudande usade.
  9. I ga dado bora forte i prossimi giorni mi fazessi che se bechemo tuti sule rive e tiremo un stranudon verso Venezia e te vedi che ghe la petemo tuta a lori e qua semo a posto.
  10. Intanto che voi ciacolè monade su Trieste Cafè xe za vegnudo fora el toco che semo a più due virgola tre contagiadi.
  11. Mi credo che un libro sai bel sia "Le disgrazie del tran de Opcina". (Sì bon no centra un clinz, ma lassene far un poca de reclàm. Podè ciorlo qua. :D )

E per restar agiornado cole monade, iscrivite ala monadesletter: