'/>

lunedì 24 febbraio 2020

Coronavirus: i dieci consigli per no andar a sburtar radicio

Ben bon, visto el panico coletivo pensemo sia importante dar dieci utili consigli sul coronavirus:
1. Più radicio: meo magnarlo che sburtarlo.
2. No andar in loghi afolai e no andar in compagnia: insoma meo no andar insieme.
3. Condì tute le robe de magnar col cren.
4. Missiè tute le robe de bever col brinjevec.
5. Evitè de ciapar coriere che xe ulmo de gente. Ciapè el tran che andè sul sicuro de no trovar nissun.
6. Se sè za infeti, meteve in quarantena. No sul'Ursus però che xe za ocupado.
7. Stranudar solo intel comio. Però dopo no ste mandar a remengo la gente fazendo el gesto del'ombrela, altrimenti xe come gnente.
8. Risponder "no" a tute le prossime richieste de "te se missi col mio amico/a?"
9. Lavarse ben le man intel'aqua santa del Timavo.
10. Preferir la muchina ala pecorina (eh bon, xe lunedi ah, qualchidun doveva pur dirla).
11. (bonus reclam): Star tranquili sul divan a legerse Le disgrazie del tran de Opcina, che podè cior online senza pericoli a sto link.

E per restar agiornado cole monade, iscrivite ala monadesletter:


lunedì 17 febbraio 2020

Carneval: el costume del ragno de Domio

Riva Carneval. Benon! De cossa ve vestì?
Eco de cossa volessi vestirse (anche per andar al bagno) el ragno de Domio, un dei protagonisti del belissimissimissimo libro "Animali triestini e dove trovarli", che se trova nele librerie più bobe e online qua.


Il ragno di Domio
tesse trame da dentro un armadio
vorrebbe andar a Barcola a farsi il bagno
ma non esistono costumi da ragno,
per non perdere il mare di vista
in Costa dei Barbari fa il naturista.



E per restar agiornado cole monade, iscrivite ala monadesletter:


mercoledì 12 febbraio 2020

Esof 2020: scoperto l'atomo triestino

Il giorno della presentazione di Esof 2020, ecco che viene svelato uno dei più grandi misteri della scienza moderna: la reale struttura degli atomi.
Pare infatti che non dappertutto gli atomi rispettino la classica divisione in neutroni, protoni ed elettroni, ma che in certe parti del mondo queste particelle siano sostituite da robette endemiche che ne influenzano il comportamento.
L'approfondimento della scoperta ovviamente è rimandato al grande evento di luglio, ma per ora il Monon Behavior Research Department è riuscito a carpire un'anteprima grazie un ottimo lavoro di spionaggio accademico protocollato sotto il nome in codice "Rubar con l'ocio".

In soma dele some, pare proprio che Trieste sia una di queste eccezioni. Forse la più interessante.
Ecco la struttura degli atomi triestini:


Come (quasi) tutti si saranno accorti subito, manca una delle tre particelle classiche: l'elettrone. Quela che ghe cori intorno al nucleo come un mona, per capirse. L'atomo triestino è costituito da:
Proton, neutron e orcotron.
L'orcotron è molto più lento e scazzato del normale eletron. Compie un giro completo attorno al nucleo in ben 4 secondi, il tempo necessario a scandire la sacra formula "Cossa cori che te cori co no cori che te cori" (se accostate un potentissimo microfono a qualunque atomo triestino, scoprirete che in effetti questa frase è percepibile).
Da qui nasce la famosa indolenza, inoperosità e noxecoionismo dei triestini. 
No se pol far niente, gavemo proprio EL SCAZZO ATOMICO.
In zonta, il ricercatore triestino Fabrizio Cupardo ha anche trovato un isotopo radioattivo dell'Indio, il Codindio, che decade emettendo proprio orcotron ad altissima energia.


Va ben concludemo con la giusta reclàm, visto che se parla de scienza: el compendio triestin che no pol mancar nela vostra libreria xe oviamente The origin of Nosepolis! E sicome savemo che a causa del'orcotron nissun gaverà voia de andar zo in libreria a ciorlo (anche se saria meo), eco qua el link per ciorlo diretamente online. Tra l'altro ricordemo che Trieste xe diventada cità dela scienza solo grazie a questo importante studio :)


E per restar agiornado cole monade, iscrivite ala monadesletter:


martedì 11 febbraio 2020

La cura del singhiozzo: un dito intel popi

Sì, no xe un bel titolo, ma cussì xe, xe una roba scientifica e quindi no se scampa. Po "intel popi" xe sicuro più finoto che "intel luc".
Gnente, ogi segnalemo questo importante studio scientifico sula cura del singhiozo. E lassemo anca l'abstract, perchè merita.


Tute i le gaveva provade ciò, anca "different drugs". E gnente ah, no resta che concluder che la droga più forte de tute xe... el dito intel popi :D
Viva la scienza utile ah!




E per restar agiornado cole monade, iscrivite ala monadesletter:


giovedì 6 febbraio 2020

Sanremo nel 2052

Gnente, visto el periodo ne par giusto dar un anticipo de come sarà la scena musicale triestina del 2052, con questa anteprima da Le disgrazie del tran de Opcina.



[...]
Dopo l’esplosion tanti ani fa del periodo del rap e del trap, la gente se gaveva presto stufado de scoltar sti mati con sti nomi strani tipo Young Muleto, Cercioebbasta e Achille Alloro. I ultimissimi titoli de sucesso de sto genere iera tuti e tre propio de Achille Alloro, e iera:
“Te mazo, mazite”
“Te copo, copite” e
“Son carigo de pila”.
Sta ultima in particolare iera considerada la sua hit, “quela bela” insoma, nonché la più ben studiada, arangiada e complessa, gavendo ben do acordi de pianola automatica ripetudi in sotofondo per tre minuti e un tiro de bateria pulito e preciso ogni quatro quarti, intanto che el testo ripeteva ad libitum:

“Son carigo de pila, son ulmo de pila
xe tuto ‘sai bel, de babe go la fila
magno pomidori, e cago tanti bori
xe tuto ‘sai bel, ma al cul me fa dolori.”

Dopo la fine del trap, iera tornada la passion per la musica dei ani ‘90. Ma sicome i grupi originali iera ormai tuti andai a sburtar radicio, le canzoni iera stade rifate de varie band locali, che le gaveva tradote. Cussì stasera su Tele4 i ga pena passado “Molila” dei Ajvar, remake dela originale “Give it away” dei Red Hot Chili Peppers, “Beco per bon” dei Ciapa Quel (Back for good - Take That), “Barcola” dele Buso (Malibu - Hole), “Viva l’A e po bon” dei Bacoli (Let it be - Beatles), “Picio mio cocolo” dei S’ciopi e stropacui (Sweet child of mine - Guns’n’roses), e desso quel che se senti xe l’inconfondibile tiro de bateria che fa partir la famosa hit dei Nirvana, “Smells like teen spirit”, che i triestini Osmiza ga tradoto in “Spuzon de scai”, inclusa intel album Gnanchepelcul (Nevermind):

Intel scuro xe meno ciodi
desso qua semo, tirine un viz dei!
Me par de esser mona e contagioso
desso qua semo, tirine un viz dei!
[...]



E per restar agiornado cole monade, iscrivite ala monadesletter: