'/>

venerdì 4 novembre 2016

I cinque motivi per seguire il Trieste Science+Fiction

Ultimi tre giorni di Trieste Science+Fiction, il Festival della fantascienza.
Ecco i buoni motivi per seguirlo:

  1. Trieste è la città della fantascienza universalmente riconosciuta sin dai tempi dell'alabarda spaziale di Goldrake il mostro cole tirake. Solo alla flotta de Vega ghe stemo sul chezz.

  2. Non si sa mai che salti fuori qualche metodo rivoluzionario per far funzionare el tram de Opcina.
  3. E' l'unico periodo dell'anno in cui l'orgoglio CCGNAF domina su tutto (per chi no sa cossa xe: Cose Che Gridano NO! Alla Figa. Tipo zavate e calze, marsupio, ociai con cordela, slipini col portafoglio dentro, e nerdade in generale).
  4. Durante le pause tra un film e l'altro scopri i sottoboschi de baretti sconosciuti di Piazza Libertà. In uno dei quali trovi un Franz Josef in formato imperiale.

  5. Ma soprattutto: è l'unico periodo dell'anno in cui puoi berti una birra in tranquillità sui scalini della sala Tripcovich senza far rabiar el sindaco.

Nessun commento:

Posta un commento

Disi la tua, ale!