'/>

lunedì 3 ottobre 2016

Il nuovo decalogo del comunale triestino

E' notizia di oggi la pubblicazione del nuovo regolamento dei dipendenti del Comune di Trieste.
Eccolo qua!
  1. No zavate. Ma sì capel de paia e camisa pindolon.
  2. Niente petess. I furlani che no fazi i furbi fazendo finta de gaver ordinado "un nero".
  3. No se pol più dir No se pol. Va mutato in Volentieri, previsto corso de aggiornamento presso le commesse triestine.
  4. Niente fumo né in uficio ma neanche fora. La pausa sigaretta vadano a farla in Friuli.
  5. Disabilitato el boton di navigazione internet in incognito. Ogni mattina passerà un controllore che pigerà la lettera "y" sulla barra di navigazione di tutti i computer per controlar cossa vien fora in automatico.
  6. Gnente regali sora i 50 euri. Al max un cd de Umberto Lupi.
  7. Premio "Furlan dell'anno" al comunal più produttivo e efficiente.
  8. Obligo de risponder al telefono in lingua.
  9. Obligo de tradur sto decalogo in lingua, stamparselo (a spese propie e no usando la carta del Comun) e tacarselo in uficio.
  10. No savemo dei, fè voi, l'uficio adeto a far sto decalogo desso xe stanco e no xe più orario de lavor quindi noi andemo beverse un otavo e fumarse un cichin in zavate e ve lassemo pur el premio furlan dell'anno.


Nessun commento:

Posta un commento

Disi la tua, ale!