'/>

venerdì 9 ottobre 2015

Barcolana, e Trieste diventa friulana

Tempo di Barcolana, tempo di polemiche sulla furlanità di Trieste.
Ecco una perla!
E ricordiamo che in porto vecchio c'è la Littorina di Cividale e non il tram de Opcina.
Ocio che riva l'avanguardia delle invasioni furlaniche!


 



P.s. da ieri il nostro ultimo libro Zinque bici e un amaro Montenegro è disponibile nelle librerie di Trieste. 
La storia di cinque ciclomononi da Trieste a Cattaro, persi tra bici, bire, mine, mine, imbucamenti in feste con duecento babe, carnazza, pez, istrianità, amari montenegri e filosofia for dummies.
Correte a ciorlo! :)





2 commenti:

  1. Trieste città metropolitana con confini ben chiusi che si aprono solo a chi conosce bene Storia, Geografia, Usi e Costumi.

    RispondiElimina
  2. il Timavo comunque... nasce in Croazia per pochi km ma in Croazia. Almeno quela i la ga becada

    RispondiElimina

Disi la tua, ale!