venerdì 12 luglio 2019

Decoro a Barcola: nuove disposizioni

Interessante oggi sul quotidiano locale la notizia dei nuovi cartelli con la raccomandazione del comune di vestirsi bene a Barcola quando si attraversa la strada.


Nonostante la primaria importanza della tempestiva azione, è probabile tuttavia che ciò non basterà a risolvere del tutto i problemi del rione.
Perciò si sta lavorando all'ordinanza per garantire il decoro della zona, ciò.
Abbiamo in anteprima i punti di quella che sarà chiamata:

ORDINANZA FRANCA PORFIRIO


  1. Nosepol andare a ciorre il gelato in costume, come da raccomandazione precedente. Questo divieto viene esteso anche a chi che vuole ciorsi il gelato dal furgoncin de Zoldana o nei baracchini o quant'altro.
  2. Nosepol disporre i sugamani alla pene di segugio ma bisognerà seguire un ordine certificato dall'ufficio del decoro urbano, con zone riservate ai singoli colori. Solo sugamani a tinta unita quindi, gnente sghiribizi pupoloti e quant'altro.
  3. Nosepol esibirsi in tuffi che schizza, tipo clanfe, kamikaze, bombe americane e quant'altro. Se pol solo a piron, testa e, in caso di errore, panzada. Ma in questo caso serve il certificato del medico che attesta che no te son bon de far un piron o un tufo a testa altrimenti xe ciodi.
    Deroga solo per chi deve allenarsi per l'Olimpiade dele Clanfe del 27 luglio (qua le iscrizioni), ma rigorosamente solo tra il settimo e ottavo Topolino.
  4. Nosepol bevere acque gassate tipo radenska, rogaska e quant'altro per via che le fa tirar rutoni e no xe bel de sentir.
  5. Nosepol magnare robe tipo jota, fasoi, capuzi e quant'altro per via che le fa far rumori simili a quei dela radenska e rogaska solo del daur e no xe bel de sentir.
  6. Nosepol magnare di sera sentati per terra pizza, kebab, civapcici e quant'altro per via che non è decoroso magnare per tera e po ciama colombi e pantigane dei.
  7. Nosepol ciapare troppo sole o lampade o quant'altro perchè se no dopo xe longhi capire chi che ga de essere ciapato per il bavero e chi che no.
  8. Nosepol zogare al zogo dele lavre, briscola, tresete e quant'altro per via che dopo i fioi imparano brute parolaze dai veci che perdi e che non hanno un poco di quello che si chiama.
  9. Nosepol pissar intel'aqua del mar, dela fontana e quant'altro per via che meteremo quel cloro come intele piscine che co te pissi se colora de blu e tuti vedi e disi che no xe bel.
  10. Per garantire decoro e continuità con la precedente, anche questa ordinanza sarà graficamente sai elegante e stampata su carta di formaio certificata e plastificata e quant'altro, e tenuta suso sui pali con fascette serracavo di color bianco sobrio. Sarà raccomandato di tagliare el toco dela fascetta che vanza che se no xe bruto de veder.
Quanti nosepol ciò :)
Eh bon ah, certi di aver fatto un ottimo servizio per la cittadinanza, vi ricordiamo che il segreto dell'origine del Nosepol si può trovare nel bellissimo libro "The origin of Nosepolis" (momento reclàm), in tutte le librerie più bobe e online qua!
E per restar agiornado cole monade, iscrivite ala monadesletter:


4 commenti:

  1. oh là! finalmente anche la Portavoce del benpensantismo patoco, ga fissà le regole del bon ton barcolano anche se trovo che Donna Franca ga volù mantignir un profilo pitosto....Lasko.
    Per vignirghe incontro propio a tuti e anche perché se el Clero local se dimostra cussì progressista da proclamar che a Barcola in bikini 'vantindrè traversando ( sule striche, però!) no xe peccato,no ghe ga restà altro che rediger un galateo soft come questo cui tuti e tute poderemo adeguarse senza fadiga.

    RispondiElimina
  2. che po' traversar a Barcola col dress code de l' ordinanza Porfirio alegerissi el lavor de la Polizia Locale.
    Meno incidenti causadi da automobilisti, distratti da fisici più o meno scultorei che se ghe para davanti... Dala tartaruga,ala mulza, l'ocio podessi voler la sua parte a scapito dela doverosa atenzion ala guida!

    RispondiElimina
  3. visto?! ora neppure le aule del Tribunale sono risparmiate dalla deriva dello sbracamento totale....braghetta e infradito per recarvisi, "in veste" ( si fa per dire) di teste? di imputato? di parte lesa? bu, mi sfugge. INDIFERENTE.
    Urge ordinanza Porfirio bis, con adeguamenti al sito in oggetto e...speranza che non faccia la fine della prima! Qualche scatto sostitutivo ad hoc del divino Ariel-Gabri (notoriamente frequentatore di tribunali x debiti!) può sempre saltar fuori ad iniziativa di incivili buonteponi.
    Va detto però che gli remerebbe contro. Inappuntabile l'eleganza del Poeta, adeguatamente nudo al mare quanto abbigliato come che ciama, vuoi in uniforme, vuoi in doppiopetto, laddove richiesto.

    RispondiElimina

Disi la tua, ale!