martedì 24 aprile 2018

El gato capissi ma no ga pel cul

Oggi si torna alla ricerca etologica che conta: quela sui gati.
Dopo la dimostrazione che i gatti pensano che gli uomini siano come loro e che i gatti no ga pel cul i loro paroni, e dopo l'importante ricerca sul fatto che le pulisi dei cani salta più dele pulisi dei gati (1 metro e una scoreza vs 1 metro e una neocibalgina), oggi si chiude il cerchio della ricerca internazionale con questo studio:


Nel quale comparano la risposta di 20 gatti al richiamo di 3 sconosciuti seguito da quello del paron.
Atsuko Saito e Kazutaka Shinozuka (che xe i nomi dei studiosi e no dei gati) ottengono due risultati interessanti:
  1.  I gatti rispondono agli stimoli solo con un movimento delle orecchie o al massimo del muso. Tipo alla Germano Mosconi "Chi è che fa quel *** di rumore lì?"
  2. I gatti discriminano tra la voce di un mona qualsiasi e quella del mona per antonomasia (el paron). Solo che, appunto, no i ga pel cul comunque, e rispondono utilizzando el libro dele risposte triestine:
VOLENTIERI.
LA PROVI IN FRIUL.
EL DOTOR ME GA DITO DE NO.
SE PODESSI, MA SARIA MEO DE NO.

Da valutare la risposta dei gatti friulani. Probabilmente sarà sempre qualcosa di comparabile alle risposte di Germano Mosconi.

La tipica risposta entusiasta al richiamo del padrone di un gatto che no ga pel cul.


Nel documento video, la cagnolina Mačka non discrimina tra la sagoma e un gatto vero a causa dell'identica reazione che avrebbero i due alla sua voia de zogar.

P.S. San Nicolò si avvicina.
Il regalo più boba? BARKOLANA e MATI PER BARKOLANA! Nele librerie più bobe! :)


1 commento:

Disi la tua, ale!