martedì 26 marzo 2019

Babe moderne vs Quel che se ciama

Torna Franca Porfirio su Segnalazioni, con un'importante invettiva contro la dissolutezza della muleria moderna, in contrapposizione all'amor cortese della Trieste Teresiana e del poco de quel che se ciama.


giovedì 21 marzo 2019

Il nuovo piano del traffico di Trieste

Grazie al nostro dipartimento di ricerca avanzata, che ricicla i tochi che ghe vanza ai altri e no se buta via niente, siamo già in grado di pubblicare in anteprima il nuovissimo piano del traffico di Trieste, elaborato dopo aver analizzato il lavoro degli intervistatori, il cui compito era di sondare il volere popolare dei cittadini del capoluogo giuliano.
Eccolo! Ovviamente in triestino, perchè cussì ga risposto i intervistai.



1. No pedoni che i va in giro col'aquilon e i se buta in mezo ala strada come mone.
2. No bici che Trieste no xe per bici.
3. No scooter che i te passa sula destra e i se infila in tuti i busi.
4. No moto che le se porta via tropo spazio co i parchegia.
5. No auti che no i se ferma mai sule striche e i xe aroganti.
6. No furgoni che dopo i se ferma par tuto e i bloca tuto e che i vadi a remengo.
7. No camion che i xe pericolosi e po che i vadi sui treni dei.
8. No coriere che dopo i muleti va su col ruksac e i intriga, i muloni no se lava, i veci ghe la buta ale mulete e i migranti se ruba el wifi.
9. Sì tranvai ma xe sempre roto quindi no tranvai.
10. No parchegi a pagamento.
11. Sì parchegi a gratis per tuti. Ma senza che dopo la cità diventi un unico grande parchegio. El giusto, in modo che se trovi parchegio. Ma no per i altri. Per mi co devo andar zo in cità. Che sia parchegi, ma che i sia sempre liberi, insoma.
12. Sì multe per chi no rispeta i 11 punti precedenti. Ma multe dade con testa, no che i me multi a mi se fazo una dele monade qua de sora.

Ben bon, finalmente un piano del traffico voluto dalla popolazione! Ma funzionerà? Bu. La risposta al libro dele risposte triestine (reclam subliminale): se stava meo co se stava pezo!